Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Persone Negative: riconoscerle e difendersi!

Come riconoscere le persone negative e come allontanarle dalla propria vita.

Ci risiamo, vi siete armati con tutte le forze per raggiungere i vostri obiettivi e per rilanciare la vostra vita e d’improvviso vi sentite bloccati, demotivati e senza fiducia. Così gli anni passano e giorno dopo giorno continuate a ripetervi che dovreste cambiare atteggiamento, trasformare i comportamenti e così via. Ma più passa il tempo e più vi sentite incapaci di dare un taglio netto col passato e riprendere in mano la vostra vita, cominciando a rimuginare sull’ipotesi: “io sono fatto così, le cose non cambieranno mai”.

Quando ci troviamo impantanati nei nostri circoli viziosi, è molto difficile sbloccarsi e riavviare il motore. E se il problema non fossimo noi? Se il più grande ostacolo al nostro successo fossero le persone di cui ci circondiamo e con cui condividiamo la nostra vita?

Non sono un simpatizzante della strategia meglio dare la colpa agli altri, credo infatti che la consapevolezza e la responsabilità delle proprie azioni siano alla base di una vita di successo. Credo che sia altrettanto utile valutare bene le amicizie, i colleghi e le relazioni che stabilmente manteniamo in essere, per capire se possano rivelarsi causa del più dannoso auto-sabotaggio.

Ciò che rende terribile questo mondo è che mettiamo la stessa passione nel cercare di essere felici e nell’impedire che gli altri lo siano.
Conte di Rivarol

Ecco dunque sorgere all’orizzonte delle relazioni interpersonali un pallido interrogativo: “Le persone che mi circondano, sono un ostacolo per la mia felicità?”. Probabilmente siete fortunati e i vostri amici vi aiutano a tirare fuori il meglio di voi. In qualche occasione invece incontriamo dei veri e propri parassiti che succhiano la nostra energia e il nostro coraggio, imprigionandoci in pensieri negativi e convinzioni limitanti.
Esistono a mio avviso 3 segnali evidenti che ci permettono di riconoscere e smascherare le persone negative. Vediamoli.

1. Le persone negative si lamentano a ogni occasione

Persona che si lamentaEcco il primo segnale per capire se una persona è negativa: si lamenta di continuo. Non parlo di qualche giornata no o di qualche episodio fastidioso. A tutti capita un momento di insoddisfazione. Quello che è un segnale forte e da percepire come un grande ostacolo è la lamentela continua. Secondo uno studio scientifico il piagnisteo spegne i neuroni, e basterebbero 30 minuti di lagna a fare da interruttore per il vostro Ippocampo, l’area del cervello predisposta al problem solving.

In concreto: se una persona vicina a voi si lamenta sempre allontanatela o aiutatela a cambiare atteggiamento. Non farà bene alla vostra vita.

2. Le persone negative non hanno obiettivi

Persona negativa che sta sul divanoQuando vi impegnate per raggiungere un obiettivo ambizioso, ci sarà sempre qualcuno pronto a dirvi di lasciar perdere. “Ma chi te lo fa fare?” “E’ troppo complicato per te”. La maggior parte delle volte queste persone sono le prime a non avere obiettivi, la paura e la pigrizia le corrode a tal punto da impedirgli di impegnarsi in qualsiasi attività. Ecco perché chi non ha obiettivi è una persona pericolosa. Il successo degli altri è il più grande evidenziatore del proprio fallimento. Le persone negative sono quelle che ci impediscono di prendere il volo perché preferiscono usarci come consolante confronto. D’altronde si sa, mal comune mezzo gaudio.

In concreto: se una persona vicina a voi non ha obiettivi evitatela. Il modo migliore per raggiungere i risultati desiderati è quello di crearsi un gruppo di pari con lo stesso livello di ambizioni.

3. Le persone negative vi criticano senza offrire un reale contributo

Persone negative che ti criticanoUn conto è incoraggiare, spronare, incentivare. Un altro è criticare tanto per il gusto di farlo. Tra i segnali che siete circondati da persone negative c’è senza dubbio la critica senza contributo.
Quando un giudizio è offerto in maniera costruttiva ci permette di ampliare la nostra visione del mondo. Un parere esterno è un ottimo modo per riflettere sul proprio percorso e sui propri sbagli. Spesso, infatti, quando non si è coinvolti emotivamente si riesce a offrire un parere più equilibrato e ragionevole. Purtroppo molte persone si appropriano del diritto di criticare senza aggiungere nulla di utile per chi riceve la critica. I motivi di questo comportamento? Possono essere diversi. Fra tutti a mio avviso l’invidia è l’elemento comune dei criticoni. Non riuscendo ad avvicinarsi nemmeno lontanamente a quello che state costruendo voi, si mettono lì a smontare il vostro entusiasmo. Come fare per riconoscere una critica non costruttiva? Semplice, è quella critica che vi lascia l’amaro in bocca e non vi permette di rispondere alla domanda “Cosa c’è di buono in questa osservazione?”

In concreto: se una persona vicina a voi vi critica in maniera distruttiva allontanatela. Se non potete farlo chiedetegli di darvi consigli costruttivi e di offrire fatti piuttosto che opinioni.

Circondati di persone positive

In linea generale per vivere una vita soddisfacente è fondamentale circondarsi di persone che vi stimolino a dare il meglio di voi. Frequentate persone allegre, piene di vita e ricche di emozioni positive da condividere. Quando vi sentite appesantiti dalle vostre frequentazioni è il caso di dare un taglio netto ai rapporti. Qualcuno direbbe “Meglio soli che male accompagnati!”. E voi? Come fate a riconoscere le persone negative? Fatecelo sapere nei commenti!

Condividi questo articolo!
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail